PHOTOMETRIC

Il software di raddrizzamento per studi tecnici, aziende delle infrastrutture, geometri e liberi professionisti.

Photometric: il software di raddrizzamento fotografico

Le tecniche di raddrizzamento digitale mediante la trasformazione di un fotogramma in fotopiano, coniugando precisione geometrica e contenuto radiometrico delle immagini, hanno un ruolo sempre più rilevante nello studio di un bene architettonico.

Il software di raddrizzamento fotografico PhotoMetric è uno strumento semplice da utilizzare ed estremamente effi cace per le esigenze quotidiane di rilevo. PhotoMetric rappresenta infatti la sintesi fra la flessibilità, la completezza e la facilità d’uso tipiche dei software Geopro, e la rigorosità metrica di Rollei

MSR, leader del settore da oltre dieci anni.

Il raddrizzamento fotogrammetrico con Photometric

Le immagini

Si eseguono le foto dell’oggetto da rilevare con comuni macchine fotografi che (pellicola o digitali) con ottica fissa o zoom.

E’ possibile importare i dati dell’orientamento interno di fotocamere metriche, anche di macchine calibrate a posteriori.

LE MISURE DI RIFERIMENTO

Per descrivere l’oggetto da rilevare si possono utilizzare una o più foto, in ciascuna delle quali dovranno essere visibili un minimo di quattro punti noti appartenenti ad uno stesso piano (metodo di raddrizzamento analitico).

La selezione del metodo geometrico invece, prevede di dimensionare l’oggetto da rilevare con due sole distanze note, una orizzontale e l’altra verticale.

IL RADDRIZZAMENTO

Una semplice individuazione a video con un click del mouse dei punti noti o delle linee cadenti, consente di fissare i vari piani di raddrizzamento.

Se si è scelto il metodo analitico e si utilizzano più dei quattro punti necessari, vengono calcolati i parametri di trasformazione del piano e visualizzati i residui per ognuno dei punti utilizzati, consentendo in tal modo di verificare immediatamente la precisione del lavoro.

IL RITAGLIO E LA MOSAICATURA

La preparazione del raddrizzamento si completa con l’operazione di ritaglio, che permette di definire le aree da raddrizzare, escludendo le parti esterne all’oggetto del rilievo.

L’unione di più immagini è automatica (metodo analitico) ed è possibile l’editing in linea del fotomosaico attraverso la ricollimazione di singoli punti di controllo, o la ridefinizione punto-punto dell’area di raddrizzamento.

L’unione di più immagini non comporta la necessità di avere punti in comune sulle foto.

Il fotopiano ottenuto può essere utilizzato senza ulteriori manipolazioni e stampato in scala direttamente su qualsiasi periferica grafica.

RESTITUZIONE GRAFICA

L’immagine raddrizzata o il fotomosaico vengono caricati nell’ambiente grafi co e visualizzati come layer di sfondo. Ciò consente la digitalizzazione a video dell’immagine, operazione paragonabile alla vecchia “lucidatura” dei disegni.

Sono disponibili semplici ed intuitive funzioni per disegnare punti, polilinee e calcolare distanze. I file così prodotti sono esportabili in formato DXF.

I vantaggi del fotoraddrizzamento con Photometric

Gestione dei dati (punti-immagini-piani) per “struttura ad albero” di facile e rapida consultazione

Funzioni di visualizzazione rapida: zoom e pan finestra, esteso e real-time. Possibilità di utilizzare foto effettuate con macchine amatoriali (pellicole o digitali) metriche e semimetriche in formato BMP, TIFF, JPG, PNG, ECW.

Utilizzando foto effettuate con camere metriche o semimetriche si possono inserire nel programma i dati di orientamento interno ed i parametri di distorsione radiale degli obiettivi.

Camere metriche a pellicola:
misurazione delle marche fiduciali in modalità semi-Automatica con visualizzazione dei singoli residui (X e Y)mm.

Camere metriche digitali:
inserimento delle dimensioni del sensore o di fittizie “marche fiduciali” (vertici del fotogramma).

Possibilità di usare più camere per uno stesso progetto.

Lettura delle coordinate dei punti attraverso import diretto di file ASCII, evidenziazione dello scarto di misura e creazione automatica delle monografie di tutti i punti.

Creazione delle immagini raddrizzate nel formato TIFF World (georeferenziato).

Mosaicatura automatica delle immagini raddrizzate (fotopiani) o manuale nell’ipotesi di metodo geometrico.

  • Possibilità di gestire separatamente file raster e vettoriali
  • Interscambio dati in ingresso ed uscita nei formati FWR (proprietario) e DXF
  • Opzioni per defi nizione layer, tipi linea, colori, stili testo etc…
  • Disegno di punto, linea, polilinea, arco, cerchio, etc. con utilizzo degli snap
  • Strumenti di quotatura lineare, allineata e angolare
  • Strumenti di editing: cancella, copia, spezza, ruota, taglia, etc..
  • Possibilità di stampa in scala su plotter o stampante del fotopiano con o senza file grafi co e della sola restituzione.

Richiedi informazioni

Vuoi saperne di più su Photometric?
Contatta un nostro agente o richiedi una demo gratuita di 30 giorni